Powered by Blogger.

Sul mio comodino

Sul mio comodino

Ho pianto con..

Michey consiglia...

Michey consiglia...

Archivio

Popular Posts

Categories

domenica 25 maggio 2014

Capitolo per capitolo si finisce sempre per leggere piccoli capolavori.



Miei piccoli lettori in cerca di una pagina dove vivere, sappiate che sono reduce da un week- end da amici VOGLIO DORMIRE,ESIGO IL MIO LETTO  ma sono qui a scocciarvi perché dato che ci tengo a fangerlizzare con voi non può mancare il mio commento a questo favoloso libro : CERCANDO ALASKA.
Ammettiamolo chi non ha mai letto Green? No, davvero, se non avete letto ancora qualcosa di Green FATELO VI STO ORDINANDO DI LEGGERE QUESTO LIBRO E QUALUNQUE ALTRO LIBRO DI GREEN. 
Forse dovrei mettervi il book-trailer .....ah eccolo per voi!

Questo libro si merita il mio voto : 10/10. Perchè? Per l' ambientazione, citazioni, ultime parole famose, personaggi, stile di scrittura fluido, scorrevole e semplice ( forse quest'ultimo si merita un 8/10) .
TRAMA:                                            Miles Halter, sedici anni, colto e introverso, comincia a frequentare un'esclusiva Prep school dell'Alabama. Qui lega subito con Chip, povero e brillantissimo, ammesso alla scuola grazie a una borsa di studio, e con Alaska Young, divertente, sexy, attraente, avventurosa studentessa di cui tutti sono innamorati. Insieme bevono, fumano, stanno svegli la notte e inventano scherzi brillanti e complicati. Ma Miles non ci mette molto a capire che Alaska è infelice, e quando lei muore schiantandosi in auto vuole sapere perché. È stato davvero un incidente? O Alaska ha cercato la morte?

Mi dispiace di non aver trovato una trama priva di spoiler ormai sono ovunque, nel caso non abbiate letto ancora il libro non abbandonate la lettura. Merita tantissimo.
Distruttivo, enigmatico e sexy "Cercando Alaska" è il primo libro scritto dall'autore John Green.
Ho letteralmente amato questo libro, si merita un "WOW", forse non tanto per lo stile di scrittura a tratti poco descrittivo e molto precipitoso. 
Ma a livello di citazioni Green supera ogni aspettativa: 
Ama l'imperfetto tuo prossimo con l'imperfetto tuo cuore.
Passi la vita inchiodato nel labirinto, pensando al modo in cui un giorno ne uscirai, e a come sarà fantastico, e immagini che il futuro ti trascinerà pian piano fuori di lì, ma non succede. E' solo usare il futuro per sfuggire al presente. 
Potrei citare migliaia di frasi o semplicemente l'intero libro ma fidati quando vi dico che il libro in sé per sé è un qualcosa di meraviglioso. 

Perchè il nome Alaska? Alaska vuol dire 'ciò contro cui si infrange il mare' , ma in quel momento Alaska aveva visto il nome sul mappando e le era piaciuto perché l'Alaska è grande come voleva essere lei ed era a mille miglia lontana da dove voleva essere. Ma perchè proprio lei?  Perché lei è irruente, spiritosa, enigmatica, sexy, istintiva. Lei è la scintilla che tiene uniti il gruppo, colei che amano tutti. Ma Miles 'Ciccio' (così soprannominato dal gruppo per la sua corporatura mingherlina) si accorge troppo tardi che lei è infelice, infatti Alaska dice di trovarsi in questo 'labirinto di dolore' dove per uscire bisogna andare dritti e veloci. Miles perdutamente innamorato tra conti alla rovescia e ultime parole famose cerca sempre di riscattare Alaska.
Il giochino delle ultime parole famose mi ha colpita molto, il protagonista è un appassionato non di libri autobiografici bensì  delle ultime parole famose di personaggi famosi. Trova sempre quella citazione giusta e stesso Green fin dalla tenera età di 12 anni era un appassionato, trovo che trasmettere una passione ad un proprio personaggio sia un buon modo per rendere la storia propria.
ORA INCOMINCIO A FANGERLIZZARE ATTENTI Ogni descrizione caratteriale dei personaggi è perfetta. PERFETTA. Mi sono trovata con ognuno di loro. La lettura poi è stata fluida e quindi ho letto il libro in pochissimo tempo.
Consiglio a tutti di tenere a mente il conto alla rovescia, molto importante per il libro (anche molto distruttivo) .
John Green AMA ucciderci, che novità eh? Sembra che si diverti non poco a causare dolore ai lettori.  Come ogni libro di Green, non ho letto la trama e quindi il mega spoiler me lo sono perso FORTUNATAMENTE ma ho letto le citazioni ed è lì che mi sono perdutamente innamorata. A volte penso che noi lettori siamo masochisti: sappiamo che ci aspetta una lettura poco felice ma leggiamo lo stesso, forse perché sentiamo il bisogno di sentire qualcosa.
In ogni caso il mio voto resta 10/10.                                                                                              

                                                                         
                                   Piccoli lettori, esigo il vostro commento per fangerlizzare insieme eh ! :3
_______________________________
Autore:
    
                                                  JOHN GREEN è nato nel 1977. È cresciuto in Florida e in Alabama, dove ha frequentato una scuola non molto diversa da Culver Creek, e oggi vive a Indianapolis. "Cercando Alaska" è stato il suo primo romanzo e negli Stati Uniti ha vinto numerosi premi come miglior libro per Young Adults. Nel 2014 diventerà un film della Paramount Pictures scritto e diretto da Josh Schwartz, il creatore di The O.C. Rizzoli ha pubblicato anche Teorema Catherine e Città di carta.
 Titolo: Cercando Alaska.
 Autore: John Green.

 Traduttore: L. Celi.
 Editore: Rizzoli.

 Prima edizione: 10 Novembre 2010.
 Pagine: 312.
 Costo: 15 euro.


2 commenti:

  1. Diventerà un film?!?!?!?!?!?!?! Speriamo *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio speriamo *^* per ora aspettiamo "Colpa delle stelle"

      Elimina

Cerca nel blog

La sognalettrice

La mia foto

Lei è una piccola lettrice in cerca di un suo posto.
E' curiosa, testarda, ama, suona, vive le persone. 
E' divergente. 
Se si dovesse descrivere andrebbe in panico. 
Musica, lettura, skate, surf, fotografia,  amici . 

Piccoli lettori potete trovarmi qui

Lettori fissi

Translate